lunedì 25 novembre 2013

Una domenica a Parigi


   

Eccomi qua, e' passato davvero tanto tempo dal mio ultimo post, ma voglio comunque tenere fede al mio proposito di segnalarvi qualche nuovo indirizzo parigino.
Sono partita con una lunga lista di negozi da visitare, ma come spesso avviene, le scoperte più interessanti sono avvenute per caso. 

E così mentre cercavo di raggiungere la nota merceria Entree des fornisseurs, mi sono imbattuta in una serie di negozietti PetitPan, proprio a due passi dall'uscita della metropolitana St. Paul. Come potete vedere dal loro sito, trattano stoffe, nastri, bottoni, carte, articoli per neonati....le fantasie sono fantastiche per realizzare abiti per bambini oppure oggetti per le loro camerette.
Per rimanere nell'ambito delle mercerie vi segnalo l'apposito reparto all'interno del grande magazzino Le Bon Marche': tutto ciò che possiate desiderare per conferire alle vostre creazioni quell'aspetto sognante tipicamente francese. Ho invece mancato di visitare La droguerie, dove forse la varietà e' ancor più sconfinata e i prezzi un po' più contenuti.

Nel 7 arrondissement, dove si trovano i grandi magazzini Le Bon Marche, abbiamo pranzato da Au pied de fouet: torta fondant au chocolat da estasi, battuta solo dal loro superbo filet mignon (e l'hanno detto i miei figli, ho detto tutto!). L'ambiente e' tipico senza essere troppo costruito e il conto senza brutte sorprese, essendo un posto frequentato soprattutto da parigini in pausa pranzo. Se vi trovate in zona non mancate di percorrere la Rue du Bac (troppi i negozi degni di nota per poterne fare un elenco!) e di visitare, scusate se mischio il sacro col profano,la Cappella della Madonna della Medaglia Miracolosa.

Ma la scoperta piu sorprendente di questo viaggio si è rivelata a sorpresa, una domenica pomeriggio.
Dopo aver trascorso la mattinata al Louvre (di domenica non si paga l'ingresso e avendo due bimbi piccoli ed essendo liguri...), abbiamo pranzato in una creperie (una a caso, i ristoranti erano quasi tutti chiusi) , dopo una breve sosta nei negozi di animali nei pressi del Pont Neuf, ci siamo diretti verso i Jardins du Luxembourg. Alla ricerca disperata di un locale dotato di toilettes siamo poi giunti in una piccola corte nella zona dell'Odeon, dove ci è apparso in tutto il suo splendore un locale multifunzionale che mi ha conquistata già con il solo nome: Un dimanche a Paris.
All'interno una boutique di te e cioccolato in tutte le sue possibili forme e sfumature, un ristorante (aperto di domenica! La prossima volta sarà mio!) e una sala da te con una modernissima cucina a vista dove si tengono anche corsi di pasticceria. Per mia personale esperienza posso caldamente consigliarvi il te nero al cioccolato: una vera delizia!

Il pomeriggio è poi continuato ai Jardins de Luxembourg, seguendo con lo sguardo le tipiche barchette di legno che veleggiano nella fontana, allontanate dai Luco (così vengono chiamati i bimbi del quartiere) con un bastoncino di legno ogni volta che queste si avvicinavano troppo ai bordi della vasca.

Se per caso voleste avere una di queste barchette le potete trovare da Amuzilo, un negozio di giocattoli nella zona dei giardini.


Va bene, ora smetto di torturarvi ( il post più lungo della storia!!!) , di tormentare me stessa con questi ricordi e vi saluto lasciandovi qualche link.

Au revoir!

Silvia

  







www.entreedesfournisseurs.fr
www.petitpan.com
www.un-dimanche-a-paris.com
www.aupieddefouet.com
Amuzilo: 34 Rue Dauphine, Paris







2 commenti:

  1. Che invidia!!!
    Fai tesoro di questo bel viaggio, mettilo in un cassettino della tua anima.
    Quando ci saranno giornate un pò difficili, lo aprirai e sarà consolatorio!!

    RispondiElimina

Grazie per avermi dedicato un po' del tuo tempo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...